top of page
Da cosa mi sento provocato?

Le relazioni di coppia raramente nella realtà corrispondono alla nostra idea di relazione perfetta. Se all’inizio tutto sembra andare bene, con il tempo iniziamo a pensare che quel comportamento è fastidioso, che non c’è più l’intesa di una volta, che non sopportiamo proprio quell’aspetto del suo carattere o il modo in cui ci tratta. Ci sentiamo offesi, attaccati, provocati, delusi, arrabbiati, traditi.

silhouette-2480321_1280.png

Cosa ci offende/ferisce? Può essere un comportamento (esce con i suoi amici, parla al telefono per ore, si lamenta perché a casa non faccio niente…) o un modo di essere (è gelosa, è troppo legata alla sua famiglia, il suo modo di vestire non va bene, è stupida…). Vediamo degli esempi di pensieri tipo della situazione.

  • Mi controlla come una madre

  • Mi dice quello che devo fare

  • Si lamenta sempre

  • Non capisce gli uomini

  • Vorrebbe che fossi un amico per lei

  • Si veste in modo troppo provocante

  • Vorrebbe che fossi più presente

  • Vuole che butto la spazzatura

  • Parla quando guardo la partita

  • Si lamenta quando vado a giocare a calcetto

  • Si lamenta quando vado a bere con gli amici

  • Mi dice che bevo troppo

  • È solo una matta, è inutile starla a sentire

  • Lei non si sa divertire e non vuole che io mi diverta

  • Passa troppo tempo con la sua famiglia

  • È troppo gelosa

  • Trova sempre qualcosa che non va in quello che faccio

  • È stupida non capisce niente

  • Dovrebbe restare a casa con i bambini

  • Non mi capisce

  • Vuole che partecipo alla gestione della casa e dei bambini

  • È una rompipalle

  • È un’isterica

bottom of page